Computo Metrico Estimativo a Roma

tutto quello che c'è da sapere sul computo metrico estimativo a roma

il computo metrico estimativo a roma

Computo metrico: il costo, cos’è e come si fa

Che cos’è il computo metrico estimativo a Roma e quando è utile farlo? Se hai intenzione di realizzare dei lavori di ristrutturazione edilizia a casa è fondamentale far fare un computo metrico estimativo.

Non sai cos’è e di cosa si tratta? Vuoi capire come si fa? Vuoi sapere il costo di un computo metrico di ristrutturazione? Questo articolo è stato scritto proprio per fornirti tutte tutte le informazioni per valutare un preventivo realizzato con un computo metrico con i costi delle varie lavorazioni per rifare una facciata, ristrutturare un appartamento, rifare un bagno, e molto altro.

La prima cosa da ricordare è che valutare dei preventivi nella forma di computo metrico estimativo di una ristrutturazione a Roma o di un qualsiasi lavoro edile permette di confrontare i costi in modo chiaro e semplice. Sicuramente è il modo migliore per avere una corretta stima dei costi di un lavoro edile, ad esempio per una ristrutturazione di casa.

Il computo metrico estimativo a Roma per ristrutturazione o lavori edili è una modalità di rappresentare tutte le lavorazioni da fare in modo dettagliato definendo le misure ed il singolo costo. Il computo metrico viene fatto a preventivo ed anche a consuntivo come vedremo nel corso dell’articolo. E’ un documento fondamentale per la buona riuscita dei lavori e non avere sorprese di costo ad esempio su una ristrutturazione di un appartamento.

Computo metrico a Roma: costo 2019

Anche nel 2019 spesso sentiamo che le persone cercano di evitare di fare un computo metrico per la paura dei costi di questo lavoro. Il costo del computo metrico a roma è un classico punto di discussione cliente / fornitore. Il cliente vuole sempre spendere poco o nulla per ottenere un computo metrico, mentre un’impresa o un geometra che devono stilare il computo metrico richiedono una prestazione.

Non c’è cosa più sbagliata. Il costo di computo metrico a Roma è basso rispetto al valore che può darti sa durante le fasi di valutazione ma in particolare quella dei lavori. Vuol dire anche poter valutare bene il costo di eventuali variazioni in corso d’opera.

Ok, ma quanto costa un computo metrico a Roma? Vediamo un esempio semplice per ristrutturare un appartamento dove è necessario fare anche un progetto. Per un computo metrico di ristrutturazione costo nel 2019 oscilla dai 1.500€ ai 2.000€ compreso di progetto esecutivo utile per le pratiche edili (cila, scia e permesso di costruire).

In genere si spende di più perché se fai fare un computo ed il progetto ha senso far seguire anche le pratiche comunali come la CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata) per lavori di ristrutturazione leggera o la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) se si tratta di una ristrutturazione pesante (muri portanti, solai, …).

Non solo per la Direzione Lavori può essere utile avere il tecnico che ha redatto il computo metrico estimativo ed il progetto.

In questo caso dove aggiungi il progetto, le pratiche comunale e la direzione lavori un computo metrico costa nel 2019 in media dai 4.000€ ai 5.000€ per una ristrutturazione. In pratica il prezzo varia dal 2% ai 4% rispetto al costo del lavoro.

Una cosa è certa, sebbene uno veda il costo del computo metrico a Roma come una spesa, possiamo garantire che per la buona riuscita dei lavori dal punto di vista economico e per non trovare sorprese folli di costi non preventivati avere un computo metrico prima di iniziare i lavori è una cosa saggia. Il costo del computo metrico nella totalità dei lavori è ampiamente recuperato.

Computo metrico estimativo: cos’è ed il suo significato

Il computo metrico estimativo, detto anche CME, è un procedimento analitico per la stima dei costi di costruzione di opere edili, di ristrutturazioni di case, di costruzione di infrastrutture in edilizia. Il CME permette di analizzare il lavoro in tutte le voci di dettaglio in cui è composto.

La caratteristica importante di un computo metrico è il suo livello di dettaglio. L’impresa, il tecnico o l’ingegnere che lo compila deve riportare per ogni voce sia le Quantità che il Prezzo Unitario.

Possiamo dire che il Computo Metrico Estimativo è la somma totale degli importi risultanti dal prodotto delle quantità di ogni lavorazione per il rispettivo prezzo unitario. In formule possiamo sintetizzare così:

computo metrico estimativo a roma

formula del computo metrico estimativo

C.m. non estimativo: qual’è la differenza?

Un computo metrico non estimativo non è altro che un computo metrico senza le voci di prezzo, cioè solamente con le quantità. In genere si usa fornire un computo metrico non estimativo in fase di gara dove chiediamo all’impresa di quotare le singole voci del computo metrico per confrontare diversi preventivi.

Computo metrico a preventivo o a consuntivo

La differenza è nel momento in cui viene stilato e consegnato il computo metrico. Il computo metrico a preventivo viene fatto nella fase iniziale dei lavori in genere accompagnato dal progetto esecutivo. Ad esempio il computo a preventivo di una ristrutturazione di un appartamento ci permette di valutare in anticipo il dettaglio delle lavorazione i costi ed i prezzi totali.

Poter seguire i lavori con un computo a preventivo anche le eventuali variazioni sono facilmente identificabili e valutabili. Sempre in fase di preventivo come abbiamo visto si può usare un computo non estimativo per confrontare diversi preventivi. In questa fase è sempre meglio evitare un computo metrico a corpo, che non ha significato in quanto privo dei dettagli.

Il computo metrico consuntivo si accompagna ai lavori terminati. Sempre nel caso della nostra ristrutturazione di un appartamento con il computo metrico consuntivo possiamo vedere le variazioni rispetto a quello a preventivo e avere il costo finale completo.

Ristrutturazione: perché farlo? Vantaggi committente e impresa

Fare dei lavori edili con un Computo Metrico Estimativo a Roma è utile per tutte le persone interessate al lavoro. La ditta può valutare bene nelle fasi iniziali cosa deve fare ed i costi che deve sostenere. Allo stesso modo, è utile per chi appalta il lavoro, il proprietario di casa per una ristrutturazione.

Per il proprietario di casa avere un Computo Metrico Estimativo vuol dire avere un dettaglio preciso dei lavori con le voci da fare, le misure, le quantità ed il prezzo. In questo modo non solo ha base contrattuale su cui discutere eventuali varianti, ma può valutare diverse imprese sulla base del medesimo computo metrico.

Infatti molto volte ci si rivolge ad un professionista, Architetto, Ingegnere o Geometra, per farsi fare un Computo Metrico Estimativo senza Prezzi ma solo con le Quantità. Queste permette di chiedere a diverse ditte la quotazione e poter confrontare i preventivi ricevuti in modo corretto.

Spesso il Computo Metrico viene visto come un costo aggiuntivo, ma vi garantiamo che sono soldi spesi molto bene. Per evitare brutte sorprese, costi non previsti, litigate con la ditta, e per evitare di trasformare in un incubo i lavori di ristrutturazione della vostra casa.

Computo metrico: excel, word o software gratis per le imprese

Per fare il computo metrico a preventivo è importante fare un sopralluogo ben fatto e far prendere tutte le misure all’impresa. Se siete una impresa non tralasciate i dettagli, un computo metrico fatto bene è segno di alta serietà e riducete i rischi economici per voi e per il cliente.

Per fare un computo metrico estimativo gratis potete usare Excel, Word o PDF

Come si fa un computo metrico estimativo gratis?

Il computo metrico metrico estimativo a Roma è un documento, a volte fatto semplicemente con Word. Il CME contiene diverse righe che corrispondono alle voci dei dettaglio del computo metrico redatto. Per ogni voce abbiamo queste informazioni:

  • Descrizioni
  • Misure e Quantità
  • Prezzi Unitari
  • Sconti
  • IVA

Descrizione delle voci del computo

Ogni singola voce ha una descrizione, più o meno lunga, che spiega in dettaglio di cosa si tratta, cosa è compreso nella voce e cosa no. Ad ogni voce viene generalmente associata:

  • Una Categoria della lavorazione, ad es. demolizioni, murature, opere da elettricista, …
  • Una Tipologia che indica se si tratta una Mano d’Opera, un Nolo, una Opera Compiuta, …
  • Una Unità di Misura di riferimento per poter calcolare correttamente le Dimensioni

Nei grandi lavori, la descrizione fa riferimento a dei prezziari standard, a livello regionale/comunale. Le voci sono vincolate e nel computo puoi trovare anche il riferimento numerico all’elenco dei prezzi ed il listino utilizzato. Per le lavorazioni di casa spesso il prezziario non viene utilizzato e trovi delle voci scritte dalla Ditta.

Le misure e le quantità di ogni voce

Ad ogni voce, si deve associare la Quantità, rispetto all’unità di misura della voce, necessaria per calcolare l’importo della voce.

Per il calcolo delle Quantità, se la ditta vuol darvi un valore molto preciso, può identificare per ogni voce diverse Misure che compongono la quantità.

Ad esempio per una posa in opera di un pavimento in casa, la ditta potrebbe riportarvi i Metri Quadri Totali e basta. Oppure, il dettaglio delle misurazione di tutte le stanze, la cui somma sono i Metri Quadri Totali. Questa seconda opzione è segno di un lavoro preciso.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *