Planimetria catastale assente al Catasto

assenza della pianta al catasto
assenza della planimetria in banca dati catastale

Planimetria catastale assente in banca dati catastale

Pianta al Catasto mancante, smarrita o mai rasterizzata

Planimetria catastale assente al catasto? Può succedere.. possiamo accorgerci che la pianta catastale è mancante al catasto attraverso una richiesta richiesta formale. Clicca qui se vuoi richiedere la tua planimetria al Catasto, il servizio esteso in tutta Italia.

Attraverso la richiesta della planimetria può succedere che venga disattesa al Catasto con la seguente causale “assenza in banca dati della planimetria catastale“. Perché manca la rispettiva planimetria catastale? da cosa può dipendere? Il problema risale durante il periodo di transizione del Catasto fino ai gironi d’oggi.

Prima di essere riformato il catasto era meccanografico, questo cosa vuol dire? che tutte le planimetria agli atti non erano digitalizzate in banca dati ma erano cartacee, archiviate dentro le rispettive pratiche. In fase di aggiornamento il catasto è stato digitalizzato.

Da qui nasce l’esigenza di richiedere le planimetrie in via telematica attraverso i portali online ufficiali dell’Agenzia delle Entrate e non più al catasto attraverso lunghe file di attesa.

La digitalizzazione del catasto ha permesso di archiviare telematicamente le planimetrie catastali. Chiaramente può capitare che non tutte le planimetrie catastali siano state registrare, perché smarrite o assenti perché ancora in attesa di rasterizzazione.

La prima cosa da fare in caso di planimetria catastale assente al catasto è presentare una richiesta di rasterizzazione della eventuale planimetria non trovata. Non sempre questa procedura da esito positivo. Nella maggior parte dei casi risulta una planimetria catastale smarrita al catasto.

Cosa fare in caso di planimetria mancante?

In caso di smarrimento della planimetria al catasto bisogna redigere un accatastamento per nuova variazione catastale con la causale “Planimetria mancante”. L’accatastamento per planimetria mancante è molto frequente, dunque state tranquilli.

In questi casi bisognerà rilevare lo stato dei luoghi dell’appartamento con nuove misurazioni e registrare la rispettiva planimetria catastale al Catasto.  I tempi per l’accatastamento per variazione della planimetria catastale sono circa cinque giorni lavorativi.

Quanto costa un accatastamento per planimetria catastale smarrita al catasto?

Il costo per un accatastamento per planimetria catastale assente al catasto è comprensivo di parcella professionale del tecnico e del costo istruttorio. I costi sono puramente indicativi, in genere la parcella del tecnico si aggira intorno ai 400,00 euro, più i diritti istruttori che per ogni scheda catastale sono 50,00 euro.

Ad ogni modo se parliamo di Roma e vi occorre sapere quanto costa la variazione catastale a Roma puoi contattarci per richiedere un preventivo gratuito.


1 commento

VARIAZIONE CATASTALE PLANIMETRICA ROMA · 30 Novembre 2020 alle 17:24

[…] Variazione catastale è la procedura da utilizzare per denunciare variazioni nello stato o consistenza di unità immobiliari preesistenti già censite, avvenute in seguito a trasformazioni edilizie, che comportino aumenti o diminuzione della rendita catastale, o una diversa distribuzione degli spazi interni (abbattimento di setti, apertura di porte ecc.). Le variazioni catastali non si riferiscono alle sole Variazioni Planimetriche, ma possono riguardare anche le Variazioni Toponomastiche o le correzioni dovute ad errori di rappresentazione grafica dell’attuale planimetria. La procedura DOCFA viene utilizzata anche per presentare Planimetrie catastali mancanti o mai registrate. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!